24 maggio: scendiamo in piazza per il clima

Il 24 maggio scendiamo in piazza per il clima

Il 24 maggio si terrà a Firenze il Secondo Sciopero Globale per il Clima organizzato dal movimento Fridays For Future. Il ritrovo è fissato alle 9:00 in Piazza Santa Maria Novella, dove ci saranno interventi e musica. Con cartelli e striscioni dedicati al tema dell’ambiente il corteo si dirigerà verso le Cascine chiedendo alla classe politica di dichiarare l’emergenza climatica e di agire concretamente per contrastare i cambiamenti climatici. Alle Cascine il corteo si chiuderà con altri interventi e musica.

Fridays for future firenze

Fridays For Future è un movimento ispirato alla mobilitazione di Greta Thunberg. Partito inizialmente come un movimento di giovani studenti, sta coinvolgendo via via sempre più persone di ogni età. Quello per cui si battono è la denuncia della mancanza di azioni concrete da parte delle istituzioni contro la crisi climatica.

Il primo sciopero del 15 marzo ha visto scendere in piazza 2 milioni di persone in tutto il mondo, di cui 350.000 solo in Italia. Ma non è bastato. La classe politica non si è lasciata convincere dagli esperti che da anni continuano a battersi per un cambiamento.

Dopo 70 giorni sembra necessario occupare nuovamente le piazze per richiamare l’attenzione sull’emergenza climatica che stiamo vivendo. Il rapporto speciale dell’IPCC del settembre 2018 afferma chiaramente che la temperatura media globale della Terra si è già alzata di un 1°C rispetto all’epoca pre-industriale e che le promesse di riduzione delle emissioni di gas serra fatte dai governi, anche se venissero mantenute, non sono sufficienti per limitare il riscaldamento terrestre entro 1.5°C in più rispetto ai valori dell’epoca pre-industriale. Secondo l’IPCC restano 11 anni prima che i cambiamenti climatici diventino irreversibili.

E’ necessario un intervento: devono cambiare le modalità di produzione di energia, eliminando le fonti fossili a favore di fonti rinnovabili, devono essere ridotti il consumo energetico, il consumo di carne e le deforestazioni, si deve sviluppare un sistema economico più sostenibile per l’ambiente.

Fridays For Future è un movimento apartitico che si oppone a strumentalizzazioni da parte dei partiti politici. Per questo, individui appartenenti a partiti e associazioni che vogliano aderire al Climate Strike devono partecipare senza bandiere né simboli. Saranno accettati solo cartelloni che mettono in risalto il tema dell’emergenza climatica e ambientale.

Essendo il 24 maggio l’ultimo giorno di campagna elettorale, il movimento fa presente ai politici che le loro possibili strumentalizzazioni sarebbero ridicole. Sono quindi caldamente invitati a non apparire con foto e dichiarazioni prive di valore. La classe politica potrà sostenere di aderire alla lotta contro i cambiamenti climatici solo quando avrà preso misure concrete per garantirci un futuro.

Le parole e le promesse di governi e istituzioni non bastano più. Servono azioni concrete. Gli attivisti di tutto il mondo in marcia per il clima pretendono che i decisori politici di tutto il mondo si prendano la responsabilità di risolvere la crisi climatica o si dimettano.

Per organizzare la sezione con i bambini più piccoli il 24 maggio il ritrovo è in Piazza Santa Maria Novella alle 9.00 in Santa Croce, dove si inizierà a radunarsi per poi partire con il corteo un’oretta dopo, per aspettare che arrivino tutti.

È prevista tantissima gente. Le famiglie e classi di scuole medie, elementari e asili potranno ritrovarsi in un punto preciso, davanti alla facciata della chiesa di Santa Maria Novella. Il punto di ritrovo è segnalato da un cartello con scritto “Bambini per il futuro” (come nella foto) dove lo staff di FFFirenze aiuterà a creare un unico gruppo.

Fridays for future sciopero 24 maggio

La manifestazione sarà pacifica e tranquilla per permettere a tutti di esserci, quindi cerchiamo di coinvolgere più persone possibili!

Genuino.Zero appoggia e condivide i valori del movimento, siamo fermamente convinti che le rivoluzioni di facciano con i piccoli gesti e che la Terra non ha più tempo, dobbiamo aiutarla, ciascuno mettendo un atto comportamenti sostenibili.