Black Friday sostenibile: il venerdì diventa green!

E’ una delle feste commerciali più celebre al mondo, nasce negli USA ma è diventato in poco tempo un trend topic oviunque: è il Black Friday, apoteosi del consumismo più sfrenato e della corsa al ribasso del prezzo. A noi, ovviamente non piace, non rientra proprio in quel modello di consumo che abbiamo in mente, ma vogliamo comunque celebrarlo a modo nostro ed abbiamo pensato a come poter rendere il Black Friday sostenibile: lo abbiamo trasformato quindi nel Green Friday, una settimana per riflettere sui consumi sostenibili, ma soprattutto conoscere, provare e tornare a sostenere le piccole botteghe indipendenti e le piccole produzioni artigianali, non solo food.
green-friday

Come funziona il Black Friday Sostenibile di Genuino.Zero

La prossima settimana, anziché andare in giro (che peraltro non è consigliato!) a caccia del prezzo più basso, dello sconto sfrenato e del ribasso a tutti i costi, magari per comprare qualcosa che nemmeno è veramente necessario, vogliamo dedicarla al Black Friday Sostenibile, ovvero promuovere e far conoscere alcune belle attività locali, artigianali, di quelle che producono lentamente come una volta e che mettono nel prodotto che realizzano un valore umano tale, che non può avere sconti nè sottocosti.
Abbiamo quindi selezionato alcune “botteghe” amiche, che abbiamo conosciuto nel nostro percorso genuino e sostenibile e con cui siamo subito entrate in sintonia. Sono tutte accomunate da alcune caratteristiche comuni, che ci piacciono molto:
– sono tutte imprese femminili, come noi: create da donne, gestite da donne che hanno messo l’anima ed il cuore nei loro progetti e che li stanno portando avanti con tanta dedizione e passione;
– sono tutte legate a progetti di sostenibilità, promuovono l’uso di materiali a basso impatto, oppure prevedono collaborazioni con persone svantaggiate, o ancora sono molto radicate nel tessuto del quartiere urbano dove operano;
– sono tutte realtà artigianali, che lavorano in modo tradizionale, usando le mani, oppure sono botteghe indipendenti, non appartenenti a grandi network e catene.
Nella settimana che tutto il mondo dedicherà agli acquisti sfrenati a basso prezzo, noi cerchiamo invece di promuovere pochi, ma buoni, acquisti a prezzo equo e sostenibile.

Chi sono le realtà del Black Friday Sostenibile di Genuino.Zero

Iniziamo con le presentazioni…partiamo dalla tavola perché tanto sempre lì ci piace stare! Waxmore ci porterà dei complementi d’arredo per la tavola e la cucina realizzati a mano con stoffe Wax che portano un tocco di colore ed allegria, che oggi serve molto nelle nostre giornate. Elena e Maria Cristina hanno creato questa start-up che impiega anche ragazzi extracomunitari che seguono progetti di inclusione sociale; non solo prodotti belli, ma anche utili per aiutare chi ha bisogno.

T.Art.Lab realizza invece oggetti in cotone 100% naturale per la casa: spugne e pannetti per la pulizia, dischetti struccanti, tovaglioli ed anche le mascherine in lino. Tutto fatto a mano, ricamato a mano e soprattutto riciclabile al 100%. Perché il nostro impatto sul pianeta, sia il più lieve possibile.

Libreria OnTheRoad entra a pieno titolo nel gruppo per tre validi motivi: primo, non possiamo viaggiare, ma Martina ha una stupenda selezione di libri di viaggio che possono aiutarci a scoprire mondi lontani pur stando a casa, in attesa di tempi migliori. Secondo, è una libreria indipendente di quartiere e vogliamo sostenere il più possibile botteghe come le sue che oggi più che mai sono essenziali per fornire servizi di prossimità. Terzo, perché la lettura ed il libri non possono mancare in nessuna famiglia, possiamo rinunciare ad altro, ma non ai libri e ci piace poter pensare che con le nostre spese possa arrivare anche un buon libro.

Se qualcun altro vuole unirsi a noi, ci scriva! Per il momento il Black Friday Sostenibile sarà attivo per tutta la prossima settimana, fino a lunedì 30, giorno del ciber monday.

Andate a dare un’occhiata alle loro creazioni e approfittatene, vi arriveranno comodamente con il resto della spesa, riducendo così ulteriormente l’impatto sulla consegna!