Ridurre la Plastica, le buone pratiche quotidiane da seguire

Piccoli accorgimenti per un mondo più pulito: cosa possiamo fare per ridurre la plastica.

di Laura Lo Presti – Ekoe

Riciclare la plastica è essenziale ed è una pratica da perseguire con costanza, ma purtroppo riciclare non basta più per contrastare l’inquinamento del nostro Pianeta. Occorre impegnarsi per ridurre la plastica, questa è l’unica soluzione per il futuro.

Ecco perchè è urgente ridurre la plastica, oggi.

La produzione di plastica è infatti in vertiginosa crescita su scala globale; per questo la lotta è diventata centrale nelle politiche adottate dal Parlamento Europeo, considerandone improrogabile una riduzione alla fonte. Il 2021 sarà l’anno in cui le restrizioni su alcuni prodotti monouso in plastica diverranno ufficiale divieto di utilizzo per legge. Diremo addio a piatti, cannucce, bicchieri, mescolatori di bevande, stecche dei palloncini, in pratica il 70% circa dei rifiuti marini.

Quasi non passa giorno che una balena, un capidoglio, una tartaruga, ci appaiano davanti feriti o peggio ancora deceduti per essersi (de)nutriti o feriti con materiali plastici. Dovunque si posi lo sguardo viaggiando per strada, sulla spiaggia, in cima alle montagne, questo genere di rifiuto abbandonato è tangibile e onnipresente per cui l’attenzione sul tema della plastica è alla ribalta.
Oltre a bannare una decina di prodotti, le nuove regole rimarcheranno anche sulla riduzione del consumo, obblighi per i produttori, prescrizioni riguardanti l’etichettatura e misure di sensibilizzazione nei confronti dei consumatori. Ma non solo inquinamento ambientale, residui di polimeri sono stati ritrovati anche all’interno del corpo umano con conseguenze per la nostra Salute ancora completamente incognite.

Come in ogni situazione di crisi, si crea il terreno fertile per stimolare nuovi modi di progettare, produrre e consumare, ed il settore degli imballaggi maggiormente tirato in causa, sta conoscendo un attivo periodo di ricerca e sperimentazioni. Anticipando il divieto del 2021, ci sono Regioni, molti Comuni, aziende ed organizzazioni private che si stanno muovendo verso una gestione più sostenibile sia di eventi isolati che di quotidiani consuetudini di vita legate al commercio.
inquinamento plastica mare e coste

Cosa possiamo fare per ridurre la plastica nella vita quotidiana?

Ritornare alle modalità di riutilizzare o del vuoto a rendere rappresenta la soluzione migliore ma non sempre perseguibile per motivi igienici, di sicurezza oppure logistici. In questi casi, con priorità ecologica si inseriscono per merito i prodotti compostabili e biodegradabili.
Nello specifico la normativa stabilisce che il prodotto biodegradabile, per essere definito tale, deve decomporsi del 90% entro sei  mesi, mentre per essere definito compostabile, il prodotto deve disintegrarsi in meno di tre mesi e non essere più visibile riducendosi a compost (terriccio). Pur rimanendo in ambito monouso, ci sono da considerare una serie di vantaggi a favore di questo nuovo mercato in espansione:
a) la derivazione delle materie prime da fonti vegetali anziché dall’estrazione del petrolio;
b) la forte riduzione del consumo di acqua durante la produzione;
c) lo smaltimento nell’organico insieme agli avanzi di cibo;
d) il veloce tempi di decomposizione;
e) il compost finale.

plastica in mare

Adottare comportamenti meno impattanti si può, basta avere la determinazione di cercare le alternative. Lanciando la sfida “Plastic Free Challenge” quasi un anno fa, il Ministro dell’Ambiente Italiano dichiarava: “ognuno di noi deve dare qualcosa a questo Paese, le istituzioni devono dare il buon esempio per quanto riguarda i comportamenti virtuosi ed ogni Cittadino deve fare la propria parte”.

Noi ci proviamo a ridurre la plastica, e voi?

 

Laura Lo Presti EkoeLaura Lo Presti, autrice di questo articolo, collabora con Genuino.Zero sui temi della sostenibilità e riduzione dei rifiuti. Laura è fortemente impegnata da anni sui temi dell’ambiente, collabora con il Centro Raccolta Rifiuti di Lucca e con Ekoe, un’azienda che commercializza solo stoviglie e prodotti usa-e-getta biodegradabili e compostabili, che sono in vendita anche nel nostro store.